Finanziare gli studi universitari

 

L’Università è diventata troppo costosa: le rette universitarie, pur variando da regione a regione che tra diversi indirizzi universitari oltre che essendo proporzionate sceglie di condividere una stanza con altri studenti.

Per fortuna esiste la possibilità per gli studenti di ricevere un finanziamento per i propri studi per vivere in tutta serenità questo periodo di crescita culturale ed umana fino al conseguimento del titolo di dottore. L’aiuto per sostenere le spese che si affrontano nel percorso di studi può essere vario. Vediamo le diverse modalità previste dai diversi istituti di credito (a cui si aggiungono diversi operatori in attività finanziaria e le loro offerte di prestiti online)

Findomestic finanzia studi universitari ma anche master e corsi di specializzazione con il sistema “Come voglio” che presenta alcune soluzioni vantaggiose: zero spese di costi accessori, massima libertà di aumentare o ridurre la rata ogni mese qualora intervengano fatti modificati, sempre dopo aver rimborsato le prime sei rate ed infine la possibilità di saltare una rata e spostarla Agos Ducato finanzia lo stesso importo per lo stesso periodo temporale: prevede anch’esso la possibilità di modificare la rata ed anche di estinguere in anticipo senza penale. Collegandosi al sito è possibile, senza impegno, calcolare la rata ed eventualmente aggiungere un’assicurazione che protegga dagli imprevisti.

Unicredit ad honorem è rivolto a giovani universitari residenti in Italia di cittadinanza comunitaria e extracomunitaria ed aUna volta terminato il ciclo di studi si può deciderese richiedere il “periodo di grazia “, ovvero un periodo di tempo libero purchè non superiore a ,  prima di iniziare a rimborsare il prestito e durante il quale matureranno solamente gli interessi.

 Banca Intesa ed Università Cattolica propongono  IntesaBridge, il primo prestito d’onore  che permette di cominciare a pagare effettivamente gli studi solo al momento dell’ingresso nel mondo del lavoro. Bisogna dimostrare di avere un buon ritmo di esami e poi si diventa titolare di un conto corrente con bancomat  con la possibilità di prelevare per soddisfare le più diverse esigenze che può avere uno studente.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>